800 290 290

Tra le azioni di sistema previste in attuazione dell’articolo 18 del Testo unico sull’immigrazione, vi è l’istituzione del numero verde nazionale 800.290.290 a cui le ragazze costrette a prostituirsi possono rivolgersi per una richiesta di aiuto.
Il numero verde, nella consolidata esperienza, mette in contatto fra loro istituzioni, associazioni, Asl e servizi sociali impegnati a fornire aiuto alle ragazze che vogliono uscire dal traffico a fine di sfruttamento sessuale, lavorativo, ecc.
Il numero verde è stato istituito dal Ministero delle pari Opportunità nel 2000 ed  ha una postazione centrale e 13 regionali. Le operatrici addette al numero verde di ciascuna postazione forniscono spiegazioni in merito al percorso che le ragazze devono affrontare per uscire dal traffico e dalla riduzione in schiavitù.
Giraffa gestisce la postazione regionale del numero verde nazionale in convenzione con la Regione Puglia e Commissione regionale per le Pari Opportunità. A rispondere alle chiamate delle vittime, ma anche dei clienti, cittadini comuni ed istituzioni, ci sono operatrici appositamente formate con corsi  adeguati sulle problematiche rilevanti. Esse forniscono informazioni sui servizi a cui rivolgersi per fuoriuscire dal traffico ed iniziare un programma di protezione sociale.
Giraffa nel corso degli ultimi anni, ha dato vita a numerose iniziative per diffondere la conoscenza del numero verde nazionale contro la tratta: “Tappezza la città” (2001), “Solidaribus” (2001), “Dai un calcio alla schiavitù” (2002), “Musica per i tuoi occhi” (2003), “Una via d’uscita” (2004), “Solidaricup – Vele in mare contro la tratta” (2004).



CONDIVIDI