Eventi

Vietato Calpestare

“L’ho uccisa io. L’amavo, però volevo lasciarla”. Comincia così una delle tante confessioni di uomini che fanno della violenza sulle donne lo strumento della propria affermazione.

Nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, le associazioni “Giraffa Onlus” e “Veluvre – Visioni Culturali”, dicono:   “Vietato Calpestare”, domenica mattina, in via Sparano, a partire dalle 11.30.
Organizzata e promossa dalle associazioni “Giraffa Onlus” e “Veluvre – Visioni Culturali”, l’iniziativa si inserisce nell’ambito delle manifestazioni regionali per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, e ha il patrocinio di: Regione Puglia, Consigliera regionale di Parità, Associazione Nazionale Magistrati distretto di Bari, Ordine degli Avvocati di Bari.

Il salotto commerciale di Bari, diventa quindi luogo per accendere i riflettori sull’indifferenza che spesso accompagna gli atti di violenza nei confronti delle donne, di qualsiasi tipo di violenza si tratti e in qualsiasi ambito sociale e culturale venga attuata. Un calpestio quotidiano e continuo che si consuma tra le pareti domestiche, nel mondo degli affetti più cari, nei luoghi di lavoro.

Lungo sei isolati di via Sparano verranno disposte, sulla pavimentazione, numerose sagome femminili, a simboleggiare la facilità con la quale una donna possa essere messa “sotto i piedi” e vedere calpestati i suoi diritti, i suoi sogni, la sua identità, la sua personalità, la sua vita. Il percorso infatti affronta tre aree tematiche: il cosiddetto omicidio passionale, la violenza sessuale, la violenza in ambito multietnico.

“Vietato calpestare” è invece un monito, l’acquisizione della consapevolezza affinché questo non accada mai più. Affinché non accada mai più che donne di qualsiasi età vengano uccise dall’amore malato di un uomo, dal desiderio di possesso, dall’affermazione di una superiorità inaccettabile. Come testimoniano le storie vere di donne violate che verranno lette da altrettante donne.
Controcanto a queste letture di dolore saranno i testi affidati alle voci maschili: poesie, testi di canzoni, brani di romanzi, dialoghi cinematografici, nei quali a fare da protagonista è il sentimento positivo dell’uomo nei confronti della donna, che sia esso amore, affetto, rispetto, o meglio ancora, l’insieme di tutto questo.
Tanti sono i lettori che hanno dato voce a “Vietato Calpestare”: Daniela Baldassarra, Francesco Carofiglio, Salvatore Casciaro Valentina Chiefa, Stefano Costantini, Carlo Curci, Rosa Anna Depalo, Carmela Formicola, Michele Laforgia, Francesca La Malfa, Giuseppina Laricchiuta, Anna Losurdo, Piero Manzari, Rachele Marseglia, Gigi Pansini, Corrado Petrocelli, Titti Potito, Maddalena Tulanti, Belma Tuzi, Luca Scandale, Andrea Simonetti, Antonio Stornaiolo, Manuel Virgintino

Alcune letture
pdf_ico  Belma Tuzi

pdf_ico  MICHELE LAFORGIA_FEBBRE_Sarah kane

pdf_ico  CORRADO PETROCELLI_Ode alla Vita

pdf_ico  SALVATORE CASCIARO_DONNA_MIA MARTINI

Guarda la photogallery

Leggi la rassegna stampa



CONDIVIDI